Bruxelles 1897 - Le coniazioni ufficiali di Expo Milano 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bruxelles 1897

La Storia > Le Esposizioni Storiche

L'Esposizione Internazionale di Bruxelles (Exposition Internationale de Bruxelles) del 1897 si tenne dal 10 maggio 1897 all'8 novembre 1897.
I paesi partecipanti erano 27, con una presenza stimata di 7,8 milioni di persone.
I principali luoghi della fiera erano i Parchi del Cinquantenario e una sezione coloniale a Tervuren, che mostrava la proprietà personale del  re Leopoldo II del Belgio, lo Stato Libero del Congo. I due siti espositivi erano collegati tra loro da un tram appositamente costruito.
La sezione Tervuren fu ospitata nel Palazzo delle Colonie (anche se in realtà la colonia era una sola), progettato dall'architetto belga Albert-Philippe Aldophe. Nella sala principale Georges Hobe progettò una struttura in legno in stile Art Nouveau per evocare la foresta, con legno Bilinga, un albero africano.
L’interno della mostra ospitava oggetti etnografici, animali imbalsamati e nella "Sala delle grandi culture" vennero esposti i più importanti prodotti di esportazione del Congo: caffè, cacao e tabacco. Nel parco, fu costruito un esempio di tipico villaggio congolese, dove 267 africani vissero per tutto il periodo della fiera. Il successo di questa mostra ha portato all’organizzazione stabile del Museo Reale per l'Africa Centrale nel 1898.
I principali progettisti della fiera furono tra i maestri belgi dell’ architettura in stile Art Nouveau: Henry van de Velde, Paul Hankar, Gédéon Bordiau, e Gustave Serrurier-Bovy. Henri Privat-Livemont produsse i manifesti per l'esposizione.

Torna ai contenuti | Torna al menu