La produzione: Picchiani e Barlacchi - Le coniazioni ufficiali di Expo Milano 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

La produzione: Picchiani e Barlacchi

Caratteristiche

La Picchiani e Barlacchi cominciò ad operare nel 1896 a Firenze quando il Sig. Gastone Picchiani, un valente artigiano, decise di iniziare per suo conto questa attività.
La sede della Ditta fu inizialmente una cantina adattata a laboratorio dove si lavorava a lume di candela. L'abilità e la passione del Sig. Gastone fecero tuttavia miracoli: già nel 1902, la crescente richiesta di lavoro permise di dare vita ad una Ditta regolarmente costituita. Nei primi anni del secolo la Ditta Picchiani continuò ad affermarsi, pur rimanendo su basi sostanzialmente artigiane.
Il Ragioniere Barlacchi, che teneva la contabilità della Ditta, appassionato sportivo, fu affascinato della medaglia ed intuì le potenzialità di sviluppo del prodotto, specie nello sport- e sarà infatti questo settore che costituirà la chiave principale del successo che permetterà alla Ditta, negli anni seguenti, di trasformarsi in una industria che prese il nome di "Picchiani & Barlacchi".
Si può dire che molti dei più importanti avvenimenti nazionali ed internazionali dall'Anno Santo del 1950, all'incoronazione dello Scià di Persia, all'uccisione di Kennedy, alla alluvione di Firenze del 1966 siano stati ricordati da artistiche medaglie coniate nello stabilimento "Picchiani & Barlacchi".
La fama del prestigioso "Made in Italy" dell’officina artigianale di Firenze ha permesso di far conoscere ed apprezzare in tutto il mondo i loro prodotti di elevatissima qualità. Le commesse sono così giunte da tantissimi paesi quali l'Inghilterra, gli Stati Uniti, Panama, il Venezuela, l'Iran, l'Iraq, l'Arabia Saudita, il Libano, la Giordania, la Libia, l'Etiopia, il Kenia, la Francia, il Belgio, l'Olanda, il Lussemburgo, la Svezia, la Germania, la Svizzera, la Jugoslavia, la Polonia, l'Austria, la Grecia e la Turchia. Recentemente hanno prodotto per la Città del Vaticano la bellissima medaglia della Santificazione di di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II.
Per rendersi conto della qualità e diffusione dell’opera della "Picchiani & Barlacchi" basta guardare la raccolta dei coni conservati dalla ditta. Nonostante il materiale anteguerra sia andato in gran parte perduto, esistono negli archivi ben 80.000 conii e modelli perfettamente conservati; la maggior parte di questi sono opera di scultori famosi come Mario Moschi, Bino Bini, Antonio Berti, Rossi di Massa, Gustavo Cenni, Alberto Bechini e Mario Bertini di Pisa, Rivalta, Consorti, Cassioli, Feroci, Cambellotti, Benvenuti e la stessa Laura Cretara autore del dritto della coniazione di Expo Milano 2015. Scultori eccezionali, che con la loro arte, hanno dato prestigio alle coniazione artistiche italiane.

Torna ai contenuti | Torna al menu