New York 1939 - Le coniazioni ufficiali di Expo Milano 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

New York 1939

La Storia > Le Esposizioni Universali

L'esposizione internazionale del 1939 si svolse a New York, presso il Flushing Meadows-Corona Park, che si estendeva per circa 492 ettari.
La fiera fu la seconda più grande organizzata negli Stati uniti dopo l'expo di St. Louis 1904. Vi parteciparono molti Paesi ed oltre 45 milioni di persone visitarono i padiglioni. Il tema, "Costruire il mondo di domani" echeggiava in ogni angolo della Fiera, essendo interamente proiettata verso il futuro, a partire dal motto prescelto "Dawn of a New Day" (l'alba di un nuovo giorno), consentendo agli ospiti di immergersi nel mondo di domani.
La Fiera voleva offrire al mondo uno sguardo al futuro ed era stata progettata per essere la "fiera di ognuno", dove tutti avrebbero potuto vedere quello che ciascuno può raggiungere per sé e per la sua comunità.
Rappresentò un'opportunità di rilancio per gli USA dopo i drammatici anni seguiti alla Grande Depressione del 1929 e fu il più importante evento internazionale organizzato dopo la fine della Prima Guerra Mondiale. Il 30 aprile del 1939 la fiera aprì ufficialmente i battenti.
Per l'occasione, uno studio televisivo venne appositamente allestito per mostrare ai partecipanti le innovazioni tecnologiche in campo radio-televisivo. I discorsi del presidente statunitense Franklin D. Roosevelt e di Albert Einstein sui raggi cosmici furono trasmessi televisivamente.
Molta attenzione ricevette la Westinghouse Time Capsule, un tubo, da non aprire prima che siano trascorsi 5000 anni (anno 6939), contenente scritti di Einstein, Thomas Mann, copie di libri, articoli di giornale e tanto altro. La Westinghouse presentò anche un robot in grado di parlare, riconoscere i colori e perfino fumare.
Grande successo riscosse l'esposizione dell'importante dipinto di Johannes Vermeer, “La lattaia”, proveniente direttamente dal Rijksmuseum di Amsterdam.
La chiusura dell'expo era prevista per il 31 ottobre del 1940, ma alcuni Paesi, tra i quali Polonia, USSR e Cecoslovacchia, terminarono prima la loro partecipazione per l'intensificarsi delle tensioni internazionali, che sfoceranno, purtroppo, nella Seconda Guerra Mondiale.
Indicativa di questo drammatico stato di cose, fu l'assenza della Germania, ufficialmente per limiti al budget finanziario.
1939nyworldsfair.com

Torna ai contenuti | Torna al menu