Parigi 1878 - Le coniazioni ufficiali di Expo Milano 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Parigi 1878

La Storia > Le Esposizioni Storiche

La terza repubblica fa posto al secondo impero: la disfatta di Sedan, la guerra civile che fece la Comune, la caduta di Napoleone III. Il nuovo regime insediatosi a gennaio 1875, decise dunque di organizzare un’esposizione internazionale per invitare tutto il mondo a Parigi con un decreto del 28 marzo 1876.
I sedici milioni di visitatori faranno di questa expo un successo fino ad allora ineguagliato.
Il primo maggio, giorno dell’inaugurazione, venne dichiarato festa nazionale affinchè gli operai potessero andare a vedere lo spettacolo. Ancora una volta si costruirono le infrastrutture che mancavano a Parigi per accogliere tutta questa gente.
L’hotel Continental, disegnato dall’architetto Henri Blondel, era considerato all’epoca come l’hotel più comodo e più lussuoso della sua categoria.
Il teatro delle Novità, il teatro Marigny datano anche a questa epoca. Per la prima volta a Parigi il 3 maggio alle 8 di sera, 32 globi llluminano di una luce bianca e dolce l'avenue de l'Opéra.
Sarà questa la prima dimostrazione di illuminazione ad elettricità grazie alle lampadine di Jablochkov.
Ogni lampadario era fornito di 6 lampadine di una durata di un’ora e mezza ciascuna.
Sulla collina di Chaillot, nel 1826 Luigi XVIII aveva organizzato una festa militare che commemorava la presa della fortezza del Trocadéro in Andalusia.
Più simile al deserto che al terreno di parata nel 1877, Davioud disegnò per troneggiare sulla sommità della collina una rotonda a colonna fiancheggiata da due minareti che svetteranno dal Trocadero per più di un mezzo secolo fino al 1935.
La statua «L’air» di Thomas, posizionata in cima al palazzo ha trovato posto un tempo in un parco di Montreuil-Sous-Bois, ma se ne è perduta traccia durante l’ultima guerra.
Il 1878 fu l’esposizione delle nuove tecnologie grazie all’energia elettrica. Nel Palazzo di Campo di Marte, il pubblico scoprì per la prima volta che l’elettricità produceva della luce grazie alla candela elettrica (la prima lampadina elettrica) del russo Jablochkoff, (una lampadina poteva illuminare per un’ora e mezza), la macchina per scrivere ed i denti in porcellana americani e la macchina di Raoul Pictet et Cie che fabbricava 24 tonnellate di ghiaccio al giorno.
Una macchina ad aria fredda e secca era destinata al trasporto delle derrate alimentari.
La società J. Hermann-Lachapelle ottiene una medaglia d’oro per la sua macchina per fabbricare delle bevande gasate ed una macchina per fabbricare 100 ferri di cavalli l’ora fu presentata dalla Compagnie des Petites Voitures.
expositions-universelles.fr

Torna ai contenuti | Torna al menu