Torino 1911 - Le coniazioni ufficiali di Expo Milano 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Torino 1911

La Storia > Le Esposizioni Storiche

L'Esposizione internazionale dell'Industria e del Lavoro si svolse a Torino dal 29 aprile al 31 ottobre 1911, in concomitanza con altre 2 manifestazioni organizzate a Roma e Firenze per le celebrazioni del Cinquantenario dell'Unità d'Italia.
Torino, prima capitale, mostrava al mondo il cammino compiuto dal giovane Stato italiano in campo economico, sociale e culturale.
L'area espositiva venne allestita nel Parco del Valentino, il più vasto parco cittadino d'Italia con i suoi 500000 metri quadrati, ma degli sfarzosi edifici costruiti per l'occasione nulla è rimasto.
L’impegnativo incarico di costruire l'Esposizione fu dato agli ingegneri architetti Pietro Fenoglio, Stefano Molli e Giacomo Salvadori di Wieshenoff ed essi assolsero non solo brillantemente il loro compito, ma riuscirono a vincere due difficoltà grandissime: quella di rispettare la bellezza naturale del Parco non sacrificando nemmeno un albero e quella di trovare e di saper dare alle costruzioni dell'Esposizione uno stile in cui fosse come il riflesso dell'arte architettonica propria della città che la ospitava.
In occasione dell'Esposizione Internazionale del 1911, si decise di sfruttare la complessità dell’ambiente naturale, ora riorganizzando i giardini e i viali, ora trasformando metaforicamente il corso del fiume Po da semplice cornice ad attrazione in sé per sé.
Alla cerimonia di apertura, svoltasi il 29 aprile, parteciparono il re Vittorio Emanuele III ed i più alti rappresentanti dei Paesi ospiti.
Moltissimi furono gli eventi collegati all’Esposizione: mostre, concorsi, concerti, feste, dimostrazioni di nuove apparecchiature elettriche e meccaniche e numerose competizioni sportive.
Tra questi vanno menzionati la gara d'aviazione Roma - Torino, quella tra dirigibili, 5 concerti dell'orchestra del Teatro Regio diretti dal maestro Arturo Toscanini, e le mostre della caricatura e del biglietto di banca. Durante il periodo della fiera, le ferrovie offrirono biglietti ed abbonamenti a prezzi vantaggiosi ad un notevole numero di viaggiatori ed incrementarono la frequenza dei treni diretti verso il capoluogo piemontese.
Oltre 4 milioni di persone visitarono l'expo.


Torna ai contenuti | Torna al menu